Campagne

Calvin

Noi abbiamo due figlie biologiche, a nove e a sette anni. Quando la gente capisce che il nostro figlio è adottato subito ci domandano se anche i figlie sono adottate. Sembra che questo si può succedere spesso, che la gente pensa che i genitori adottano solo se non possono avere suoi bambini. Il nostro caso non è lo stesso. Anche se avevamo nostre bambine biologiche, noi sapevamo che la nostra famiglia non è completa. La nostra religione ci dice di curarsi degli altri quali sono indifesi ed ecco perché abbiamo deciso di adottare un bambino.

Dopo che gli orfani vanno fuori dagli orfanotrofi di più di loro non hanno la possibilità da lavorare qualcosa e cominciano a ad occuparsi con droga, prostituirsi, accattonaggio, vivendo una vita di crimine o si suiccidano. Che è più importante nella vita ‘ di avere tanti soldi e cose materiali o di cambiare la vita di un bambino innocente, quale vive senza speranza? Le scelta per noi era facile.

Perché Bulgaria? Abbiamo scelto Bulgaria per il nostro d`adozione perché la procedura e il tempo erano I migliori per la nostra famiglia. Si devono fare solo due viaggi brevi in Bulgaria e no come negli altri paesi e in Bulgaria ci sono di più piccoli bambini a disposizione per essere adottati. Le relazioni mediche sono sicure e precise. Abbiamo avuto la fortuna di lavorare con una agenzia americana quale lavora con Vesta. Vesta erano molto bravi nel sapere tutta l`informazione sulla procedura. Loro credono che TUTTI i bambini meritano di avere una famiglia e non dipende se loro sono sani o se hanno delle necessità speciali. Ogni bambino merita una famiglia che lo amerà, che si curerà di loro e che li aiuterà di svilupparsi come un cittadina produttivo, chi poi aiuterà agli altri dalla società.

Vesta ci mandavano fotografie di nostro figlio durante il periodo di aspettazione tra il primo e il secondo viaggio. Loro ci hanno aiutato di mandargli un regalo per il suo compleanno. La nostra tradutrice in Bulgaria è stata ottima. Tutto è stato perfetto – dall`incontro all`aeroporto e al cambiamento dei soldi e organizzare gli incontri nell`Ambasciata americana e nell`ospedale fino alla nostra partenza. Noi ci sentivamo bene e in sicurezza e loro sempre erano vicino a noi anche a una telefonata da noi se avevamo bisogno di loro durante la nostra sosta.

Già da un anno e 6 mesi nostro figlio è a casa con noi. All`inizio lui era spaventato, ma adesso si è adattato ed è un felice bambino di 4 anni. Lui ama di giocare con treni, di giocare calcio di studiare le lettere e i numeri. Lui ama sue sorelle e ognuno che lo conosci dice che il bambino è una grande gioia. Lui spesso dice: ”Amo la mia casa” e “Amo la mia famiglia”. Grazie a Vesta e a Bulgariq per nostro figlio!